SELECT * from gep where ( ID='35824') GRAN TOUR NAMIBIA - Associazione Culturale Genti e Paesi - Estero a Roma

  • VIAGGIO ESTERO


  • Condividi

    12/10/2021 - 27/10/2021

    GRAN TOUR NAMIBIA


    Le Cascate Epupa, uno spettacolo unico Si trovano al confine con l´Angola, queste cascate non molto conosciute, ma di una bellezza imbarazzante. Il fiume Kunene prende velocità e scalpita nel suo letto scontrandosi con le rocce smussate, saltando infine per decine di metri e producendo lo spettacolo naturale delle cascate Epupa. Il fragore dell´acqua, che copre ogni altro suono, è quasi un grido di stupore emesso da milioni di gocce, divise all´improvviso in canali scavati nella montagna da un moto perpetuo. Piccoli arcobaleni compaiono tra la vegetazione arruffata, per incoronare la bellezza d´un luogo ancora incontaminato. Estremità settentrionale della Namibia, confine naturale e amministrativo con la tormentata Angola, è proprio questo Stato che ci guarda in faccia appena oltre le cascate, ma i nostri occhi non registrano alcuna differenza, come non vi è mai stata per gli Herero e gli Himba, le popolazioni dagli usi e costumi così lontani tra di loro che convivono in questa collinosa regione, il Kaokoland. Per raggiungerla si viaggia su gibbose strade sterrate, lasciando in pegno le sospensioni dei fuoristrada e le nostre vertebre cervicali, chiedendoci se tanto disagio sarebbe stato ricompensato. Isolata dal grande traffico, solo uno sparuto gruppo autoctono vive in questa zona occupandosi anche della poca ricettività turistica. Le giornate sono scandite dal ciclo naturale che alterna le ore del giorno a quelle della notte e tutte le attività trovano la loro collocazione in questo ordine ancora inalterato. Sul far della sera, quando l´aria rinfresca, gli abitanti lasciano le loro spartane abitazioni per camminare attorno a questo grande cratere, attardandosi nei laghetti naturali formati da copiosi schizzi d´acqua. Le donne fanno il bucato, gli uomini si lavano esibendo fisici scultorei in una nudità priva di pudore. Nell´ora dorata del tramonto, quelle piscine risultano davvero invitanti e la tentazione di immergersi è forte, ma il monito dei cartelli raffiguranti coccodrilli fa prevalere il buon senso e prendere la più saggia decisione di dedicarsi solo all´estasi contemplativa. Arroccati su uno strapiombo si può assistere al rito del sole che scende: la natura mette in scena un grandioso spettacolo di luci e colori che spinge più in fondo nell´animo il seme del Mal d´Africa. Un´umidità copiosa si spande nell´aria, bagnando la pelle e i vestiti; la spuma dell´acqua sul fondo emerge dal vapore e rende onore al nome originale di questo luogo, esteso oltre 1,5 chilometri: epupa, in lingua herero, significa “schiuma”. La luce si affievolisce e il nero cala sulla vegetazione e sui sentieri. Solo il rumore dell´acqua è costante. Una coltre di stelle, fitte e inesauribili, prorompe tra i rami spogli dei baobab, creando l´ottica illusione di esservi incollate. Senza torcia bisogna affidarsi all´istinto e alla buona sorte, imparando velocemente a compiere passi rischiarati solo dalla luce dubbia della luna. Il paesaggio si tinge di blu e il fiume riflette l´argento dell´astro notturno. Intorno ad un falò la notte diventa meno lunga e lo spirito si prepara ad assistere alla rinascita del sole. Scalando le alture quando il lieve chiarore dell´aurora si fa strada all´orizzonte, cercando la migliore angolazione su degli spalti naturali, l´alba africana apre a un nuovo giorno e, sullo scorrere indomito di litri d´acqua dolce, seduti su pietre dalle nuances fiammeggianti, si ha la certezza d´aver percorso tanta strada per uno spettacolo sempre unico. Gli Himba. Il popolo Himba vive nel Kaokoland, delimitato a nord dal fiume Kunene al confine con l´Angola, e a sud dal fiume Hoanib. Una zona tra le meno conosciute e più affascinanti della Namibia. L´unica strada percorribile collega Sesfontein con Opuwo o Okongwati e Epupa Falls; il resto del Kaokoland occidentale è tra le zone più selvagge dell´Africa meridionale, le piste sono accidentate e spesso percorribili a meno di 10 km/h. I villaggi Himba sono raggiungibili da Opuwo. Gli Himba, sono pastori nomadi discendenti da un gruppo Herero rifugiatosi in Angola per sfuggire alle aggressioni Nama nel XIX secolo. Chiesero asilo ai San (Boscimani) e per questo motivo vennero chiamati Ovahimba (coloro che mendicano). Ritornati nella loro terra nel 1920, non ebbero contatti con i colonizzatori tedeschi a differenza degli Herero, rimasti al Kunene River. Lo stile di vita tradizionale degli Himba è rimasto immutato da allora. Ancora oggi seguono la trasumanza delle mandrie di bovini, di cui vanno orgogliosi e che sono fonte di vita e di credenza religiosa. Conoscono il nostro modo di vivere, ma preferiscono seguire le tradizioni del loro popolo. Il Parco Nazionale di Etosha, è situato nel nord della Namibia. Il significato del suo nome è “grande luogo bianco”; il riferimento è ad una vasta area del parco dove il terreno è bianco a causa della sua origine salina. Questa area, che costituisce circa un quarto del parco è chiamato “Etosha Pan”. Al momento della sua fondazione, nel 1907, il parco era il più grande al mondo ma fu successivamente ridimensionato. Esso è comunque una delle principali attrattive turistiche della Namibia, per la ricca fauna che ospita. Anche la varietà dei panorami rende l´Etosha un posto unico, infatti oltre al desertico Pan, è possibile trovare zone semi-desertiche e la savana. Tra gli animali, i più comuni sono gli springbock, gli elefanti, le giraffe e le zebre; ma non è infrequente vedere anche i grandi felini, le iene, gli sciacalli, gli struzzi e i kudu. Di recente sono stati anche introdotti i rinoceronti bianchi e quelli neri. Anche per gli appassionati di uccelli, gli esemplari da vedere sono molti. All´interno del parco di Etosha ci sono 3 grandi campi: Okaukuejo, Halali e Namutoni. Essi sono attrezzati con ristorante, shop, e perfino una stazione di servizio. Ognuno offre diversi tipi di alloggio, dal campeggio ai bungalow. Ma l´attrazione maggiore dei campi sono le waterholes; si tratta di pozze illuminate da luci rosse (che non infastidiscono gli animali), i quali vanno e vengono tutto il giorno per abbeverarsi. Possiamo garantire che è uno spettacolo davvero affascinante! Ma potete trovare delle pozze naturali un pò dappertutto, non solo nei campi! La gestione dei campi è affidata al Namibian Wildlife Resorts; i 3550 chilometri di strada sono degli sterrati ben tenuti. Il Deserto del Namib, uno dei luoghi più estremi e affascinanti della Terra, è uno dei deserti più antichi e importanti del mondo: si trova nel tratto costiero dell´Africa sud/occidentale, lungo le rive dell´oceano Atlantico, arrivando nei tratti di massima estensione fino a 200 km nell´entroterra rispetto alla linea di costa. Lungo l´oceano, da Nord a Sud, si estende per oltre 1.300 chilometri: una lunghissima linea di deserto affacciata sull´oceano (pari esattamente alla lunghezza dell´Italia, dall´estremità settentrionale dell´Alto Adige all´isola di Lampedusa). E´ un deserto molto importante perchè si conserva in modo praticamente intatto e genuino da oltre 80 milioni di anni, conservando flora e fauna endemiche adattate nel corso dei millenni ad un ambiente assolutamente ostile alle condizioni di vita. E´ il luogo più arido dell´intero continente africano. La peculiarità più esclusiva di questo deserto sono le dune: qui si possono infatti trovare le più belle, alte e affascinanti del mondo. Sono molto colorate, con tonalità che oscillano tra il giallo, il rosso, il rosa e l´arancione. Famosissima, la “Big Daddy” è la duna più alta del mondo con un´altezza di ben 305 metri. Ancor più famosa la Duna 45, caratterizzata per la sua forma dolce e arrotondata. Uniche al mondo, le nebbie nel deserto tipiche del Namib settentrionale dove la corrente del Benguela determina la formazione di queste nebbie lungo la costa desertica. A causa di queste nebbie, centinaia di imbarcazioni si sono inabbissate lungo la costa del deserto in un tratto che si chiama appunto “Skeleton Coast”, letteralmente “costa degli scheletri”. I portoghesi chiamavano questa zona “le sabbie dell´inferno” mentre i Boscimani la definivano “la terra che Dio ha creato con rabbia”.

    Date di Viaggio

    03/18 agosto
    14/29 settembre
    12/27 ottobre


    PROGRAMMA

    1°GIORNO: ITALIA - WINDHOEK
    partenza dall´Italia con voli di linea Lufthansa per Windhoek - pasti a bordo - notte in volo.

    2°GIORNO: WINDHOEK "la capitale”
    arrivo al mattino - trasferimento in hotel - early check-in - prima colazione in hotel - tempo libero per riposo e relax - pranzo libero - nel pomeriggio visita con guida di Windhoek una delle città più piccole del continente africano, i cui abitanti sono principalmente di lingua tedesca, perché era sede del governo coloniale (visita del centro della città con chiese luterane e giardini traboccanti di aloe - passeggiando per la Kaiser Strasse si incontrano donne Herero con i caratteristici costumi e curiosi edifici di stile tedesco, risalenti all'inizio del secolo e modernissimi shopping center, Christus Kirche, Krafta Market) - cena in hotel - pernottamento.

    3°GIORNO: WINDHOEK - KALAHARI "il tramonto”km.240
    prima colazione in hotel - partenza in direzione Sud per raggiungere il Deserto del Kalahari - arrivo al lodge - pranzo al lodge - nel pomeriggio si effettuerà una prima attività in jeep, nella riserva per ammirare la fauna ed i paesaggi di questa parte di deserto - si potrà ammirare il tramonto sul deserto - cena in lodge - pernottamento.

    4°GIORNO: KALAHARI - DESERTO DEL NAMIB "i Boscimani” km.310
    al mattino presto escursione con i boscimani che vivono in questa riserva - prima colazione in hotel - partenza verso Ovest tra le fra le montagne che delimitano l'altopiano centrale del paese dalla fascia costiera desertica - si scende dalla grande scarpata da cui si domina il vasto paesaggio del deserto nel Namib - raggiunta la pianura costiera desertica si arriva al margine del deserto del Namib - sistemazione in Lodge - tempo a disposizione per rilassarsi ammirando le magiche luci del tramonto sulle vaste e selvagge pianure del deserto - pranzo in ristorante - cena in lodge - pernottamento.

    5°GIORNO: DESERTO DEL NAMIB - SESRIEM - SOSSUSVLEI "le dune rosse alte e infuocate” km.310
    prima colazione in hotel - al mattino visita al Namib Naukluft Park con la visita delle dune color albicocca di Sossusvlei, ritenute le più alte del mondo e capaci di creare un ambiente di straordinaria bellezza -si camminerà fra queste montagne di sabbia rossa alla ricerca di angoli intatti e di punti di vista spettacolari, paradiso dei fotografi (i punti più spettacolari sono la "duna 45”, enorme e con una scenografica cresta che scende da circa 200m di altezza zigzagando, e il "Deadvlei”, il lago morto) - rientro al lodge - pranzo al lodge - nel pomeriggio escursione al Sesriem Canyon, una profonda e stretta spaccatura scavata nei millenni dal fiume Tschaub nella pianura desertica dove si effettuerà una facile e piacevole camminata - cena in lodge - pernottamento.

    6°GIORNO: NAMIB DESERT - SWAKOPMUND ”dal deserto all´Oceano Atlantico”km.350
    prima colazione in hotel - trasferimento verso Nord per una tappa lunga, ma sempre varia, attraversando il deserto del Namib - si viaggerà lungo il confine orientale del Namib Naukluft Park, passando attraverso il piccolo insediamento di Solitaire, sulla strada verso il Gaub e Kuiseb Canyon - lungo piste sterrate nel deserto avremo la possibilità di incontrare gruppi di gazzelle, orici, zebre di Hartmann e struzzi - pranzo picnic lungo il percorso - arrivo in serata a Swakopmund, caratteristica cittadina, costruita nel più puro stile tedesco dell'epoca del Kaiser, che costituisce un'autentica sorpresa - cena in hotel - pernottamento.

    7°GIORNO: WALVIS BAY - SANDWICH HARBOUR ”navigazione nella laguna” km.60
    prima colazione in hotel - escursione giornaliera a Walvis Bay - il breve percorso di soli trenta chilometri che collega Swakopmund a Walvis Bay si snoda tra l´oceano ed enormi dune di sabbia gialla ed è molto scenografico - arrivo a Walvis Bay, piccola cittadina sulla costa dell´Oceano Atlantico che si trova in un´ampia baia caratterizzata da estese lagune dove vivono e nidificano migliaia di uccelli marini (fenicotteri rosa, cormorani, pellicani, trovano qui un habitat particolarmente favorevole in queste acque basse - queste zone umide di Walvis Bay sono le più importanti sulla costa occidentale dell'Africa meridionale per gli uccelli migratori, nel corso di un anno qui possono fare una breve sosta oltre 150.000 uccelli migratori) escursione in barca nella laguna per avvistare le otarie della colonia di Pelican Point e con un po´ di fortuna i delfini - da Walvis Bay si partirà poi per l´entusiasmante escursione a Sandwich Harbour, situata a Sud di Walvis Bay che può essere raggiunta solamente, con vetture 4x4 condotte da esperti autisti, con un impegnativo percorso parte lungo la spiaggia e parte scavalcando immense dune a picco sull´Oceano - I paesaggi sono selvaggi e impressionanti, ma a detta dei più, la baia di Sandwich Bay, stretta tra il mare e le dune, è considerata uno dei punti più belli di tutta la Namibia - pranzo a bordo della barca - nel tardo pomeriggio rientro a Swakopmund - cena in hotel - pernottamento.

    8°GIORNO: SWAKOPMUND - CAPE CROSS "l´immensa colonia di otarie” - TWYFELFONTEIN km.410
    prima colazione in hotel - partenza in direzione Nord fino alla piccola cittadina di pescatori di Henties Bay - il paesaggio è assolutamente desertico fino alla spiaggia battuta dalle forti onde dell´Oceano - quest´area è considerata una delle più aride della terra, con piogge che cadono poche volte in un decennio - si raggiunge il promontorio di Cape Cross - Il primo europeo a metter piede sul suolo dell'attuale Namibia fu il navigatore portoghese Diego Cao nel 1486, nella località Cape Cross - oggi questa località è famosa per la comunità di otarie di circa 80.000 esemplari che qui vivono tutto l'anno fra le rocce, tuffandosi nelle onde e giocando fra di loro in un frastuono assordante - i maschi possono raggiungere i 2 metri di lunghezza e superare i 300 kg di peso - si visiterà questa colonia e l´incontro "ravvicinato” è veramente emozionante - lasciata la costa ci addentriamo nella regione del Damaraland (la terra del popolo Damara), area arida e montagnosa caratterizzata da arenarie rossastre - la zona risalirebbe, secondo i geologi, a più di 150 milioni di anni fa - si passa per la cittadina mineraria di Uis, ormai abbandonata, e si costeggiano i Monti Brandberg (i più alti della Namibia, 2.573 mt) tra le cui vallate selvagge sono stati trovati mirabili esempi di pitture rupestri boscimani tra le quali la famosa "White Lady” - pranzo lungo il percorso - nel tardo pomeriggio arrivo a Twyfelfontein - cena in lodge - pernottamento.

    9°GIORNO: TWYFELFONTEIN - KHORIXAS "la foresta pietrificata” - OPUWO "la porta del Kaokoland” km.460
    prima colazione in hotel - al mattino visita escursione guidata a piedi ci mostrerà una realtà illustrata da mirabili incisioni che raffigurano, per lo più, animali cacciati, impronte degli stessi, segni astratti, simboli, impresse su enormi rocce rosse cadute da una parete montagnose, le più antiche risalgano a 8.000 anni fa e gli autori furono i Boscimani - si prosegue verso la cittadina di Khorixas, con l´immancabile sosta per poter ammirare la foresta pietrificata con le sue decine di tronchi fossili risalenti a più di 250 milioni di anni fa, resti di antiche epoche quando il clima era più umido - si prosegue quindi verso nord attraverso selvagge regioni che offrono paesaggi scenografici e sempre diversi - arrivo a Opuwo, la porta del Kaokoland - pranzo lungo il percorso - cena in lodge - pernottamento.

    10°GIORNO: OPUWO - CASCATE EPUPA sul FIUME KUNENE km.180
    prima colazione in hotel - percorreremo l´incontaminato Kaokoland, un territorio caratterizzato da colline ondulate e pianure aperte abitate dagli Himba - lungo la strada si iniziano ad incontrare i pastori dell´etnia Himba e si raggiungono le Cascate Epupa sul fiume Kunene che delimita il confine tra la Namibia e l´Angola - giornate dedicate a questa zona così spettacolare - una piacevole camminata permette di raggiungere la cima di una collina da cui si gode uno stupendo panorama - non è un salto molto alto, ma la particolarità di questa cascata è che il fiume Kunene si divide in numerosissimi rami che creano centinaia di piccole cascate delimitando isolotti rocciosi su cui crescono enormi baobab - emozionante il tramonto sul fiume - aperitivo al tramonto - pensione completa nel lodge.

    11°GIORNO: CASCATE EPUPA - OPUWO "il villaggio himba” km.180
    prima colazione in hotel - in questa giornata faremo il percorso a ritroso nell ´incontaminato Kaokoland - durante la giornata visiteremo un villaggio abitato della popolazione Himba, il popolo rosso del Kaokoland - pensione completa in lodge.

    12°GIORNO: OPUWO - PARCO ETOSHA "un primo incontro con gli animali dell´Etosha” km.510
    prima colazione in hotel - partenza in direzione Sud - si costeggia il parco Etosha a ovest e a sud, raggiungendo nel tardo pomeriggio la Riserva Privata immediatamente adiacente all´ingresso del Parco Nazionale di Etosha, nei pressi di Okaukuejo - questa giornata rappresenta la tappa più lunga del viaggio, percorrendo la C35 da Opuwo a Kamanjab, la C40 da Kamanjab a Outjo, ed infine la C38 da Outjo al lodge - pranzo lungo il percorso - cena al lodge - pernottamento.

    13°GIORNO: PARCO ETOSHA "uno straordinario safari”
    prima colazione in hotel - sveglia al mattino presto e partenza per un´intera giornata dedicata ai safari all´interno del Parco Etosha, utilizzando vetture 4x4 da safari condotte dai ranger della riserva, per poter meglio gustare l´avvistamento degli animali. Si raggiunge l´area centrale di Okaukuejo - da questo punto inizierà la ricerca per l´avvistamento delle specie più comunemente diffuse: zebre di Burchell, springbok, gnu, impala dal muso nero, orici, giraffe, le grandi antilopi "red hartebeest”…oltre ai più noti elefanti, leoni e rinoceronti. Il Parco ospita complessivamente circa 110 specie di mammiferi, 350 specie di volatili e 20 tipi di vegetazione differente. Spettacolare anche la vista del "pan”, un enorme distesa argillosa ma con la superficie ricoperta di sale, che si trova al centro del parco - pranzo pic-nic o in uno dei rest camp del parco - cena al lodge - pernottamento.

    14°GIORNO: PARCO ETOSHA "uno straordinario safari”
    prima colazione in hotel - sveglia al mattino presto e partenza per un´intera giornata dedicata ai safari all´interno del Parco Etosha, utilizzando vetture 4x4 da safari condotte dai ranger della riserva, per poter meglio gustare l´avvistamento degli animali. Si raggiunge l´area centrale di Okaukuejo - da questo punto inizierà la ricerca per l´avvistamento delle specie più comunemente diffuse: zebre di Burchell, springbok, gnu, impala dal muso nero, orici, giraffe, le grandi antilopi "red hartebeest”…oltre ai più noti elefanti, leoni e rinoceronti. Il Parco ospita complessivamente circa 110 specie di mammiferi, 350 specie di volatili e 20 tipi di vegetazione differente. Spettacolare anche la vista del "pan”, un enorme distesa argillosa ma con la superficie ricoperta di sale, che si trova al centro del parco - pranzo pic-nic o in uno dei rest camp del parco - cena al lodge - pernottamento.

    15°GIORNO: PARCO ETOSHA - OTJIWARONGO - WINDHOEK km.400
    prima colazione in hotel - partenza per Windhoek attraversando tutto l´altopiano centrale - visita ad una Crocodile Farm (un allevamento dove è possibili vedere da molto vicino coccodrilli enormi fino ai più piccoli con solo qualche giorno di vita) - pranzo in ristorante - in serata arrivo a Windhoek - sistemazione in hotel - cena in hotel - serata libera - accompagnatore a disposizione - pernottamento.

    16°GIORNO: WINDHOEK - ITALIA
    trasferimento in aeroporto - partenza con voli di linea Lufthansa per il rientro in Italia - arrivo in Italia.


    Quote di partecipazione:
    Quota individuale di partecipazione € 4.350,00
    Supplemento singola € 450,00
    Supplemento partenza del 3/8 € 50,00
    Supplemento voli intercontinentali in business class SU RICHIESTA
    Partenza con voli Lufthansa da Torino, Milano, Verona, Venezia, Bologna, Firenze SU RICHIESTA
    Tasse aeroportuali (salvo modifiche) € 500,00
    Assicurazione obbligatoria (annullamento viaggio incluso) € 120,00
    Quota di iscrizione € 50,00


    La quota comprende:
    - Viaggio A/R Italia/ Windhoek con voli di linea Lufthansa
    - trasferimenti aeroporti/hotel e viceversa
    - tour in Namibia in Van 4x4 con aria condizionata
    - sistemazione in Hotel 4 stelle e Lodge con trattamento di pensione completa
    - early check in all´arrivo a Windhoek
    - prime colazioni a buffet
    - visite guidate indicate
    - tasse, I.V.A.
    - accompagnatore dall´Italia in partenza da Roma
    - accompagnatore Francoforte/Francoforte o Windhoek /Windhoek per chi parte da altri aeroporti
    - ingressi in tutti i siti indicati nel programma

    La quota non comprende:
    bevande e quanto non indicato.

  • Per informazioni e prenotazioni:
    Associazione Culturale Genti e Paesi - Tel. 06.85301758 - Fax 06.85301756 - Email: info@gentiepaesi.it
    Orario dei nostri uffici:
    Dal lunedì al venerdì: 9-19 orario continuato
    Sabato : 10-14 orario continuato


  • PUBBLICITA' GOOGLE ADSense